sitebuilding
UbulabnegativoTavoladisegno11
certificatoTavoladisegno1
Ubulogosito
PNGESTESOBIANCO
Ubulogosito

facebook
instagram
twitter
linkedin
phone
whatsapp

Dove vendere nel 2021? I tre canali di vendita del futuro

2020-12-22 11:27

Alessandro Pecoraro

Digital, novità, social shopping, ricerca vocale , smart speaker , smart display, assistente vocale, Instagram, WhatsApp,

Dove vendere nel 2021? I tre canali di vendita del futuro

Il 2020 è stato l'anno del boom dell'ecommerce. Un mercato in crescente evoluzione che ha favorito lo sviluppo di nuovi canali di vendita. Vediamo quali sono.

Come avverrà il commercio online nel futuro?

 

Questa è una domanda cardine, forse ancor più importante del sapere cosa si venderà.

Anticipare i tempi su un mercato che si muove a velocità repentina, come l’ecommerce, non è semplice, ma è essenziale se si vuole ampliare il proprio bacino di clienti e, quindi, i volumi di vendita.

 

Insomma, noi non siamo indovini, ma dati statistici indicano che i canali di vendita su cui puntare nel 2021 sono essenzialmente tre: la ricerca vocale, Instagram e WhatsApp.

smartspeakeresmartdisplay-1608551723.png

Sono stimati in 40 miliardi di dollari gli acquisti che saranno effettuati entro il 2022 tramite ricerca vocale.

Nel 2019 c’è stato il boom delle vendite dei cosiddetti “Smart Speaker”, gli altoparlanti intelligenti, con un +70% di vendite rispetto al 2018, per un totale di quasi 150 milioni di unità vendute nel mondo.

Il 2020 ha confermato la tendenza: il primo trimestre del 2020 ha registrato un +8,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno prima, corrispondente a circa 30 milioni di vendite.

Questi oggetti stanno diventando sempre più popolari nelle nostre case, come strumenti per la riproduzione di musica e video, per la domotica (gestisce tutti i dispositivi collegati alla casa), per la ricerca web ed anche per gli acquisti online.

 

Ma quali sono questi Smart Speaker?

Leader del mercato sono i prodotti Amazon, gli Echo Dot, seguiti dalla linea di Google Home e Google Nest, e gli strumenti delle cinesi Baidu (Xiaodu), Alibaba (Tmall Genie) e Xiaomi (MI AI Speaker). Chiudono la classifica gli Apple Homepod, i Sonos One e i BOSE Home Speaker.

Tutti questi dispositivi sono gestiti, ovviamente, dagli assistenti vocali intelligenti:

Google Assistant (per Google Home, Google Nest e Sonos One), Siri (Apple), Alexa (Amazon), Xiao AI (Xiaomi), AliGenie (Alibaba) e DuerOS (Baidu).

 

Nel corso del 2020 però c’è stata un’evoluzione, a questi dispositivi è stato aggiunto uno schermo e sono nati i nuovi Smart Display. Ne sono un esempio Amazon Echo Show 8, Facebook Portal, Google Nest Hub. Aggiungono anche la possibilità di videochat con parenti e amici.

 

Ma come funzionano gli acquisti tramite ricerca vocale?

L’Assistente Vocale che gestisce i dispositivi più venduti è Alexa, ideata da Amazon.

Quando gli acquirenti cercano un prodotto non di marca e mai acquistato prima, Alexa raccomanda prima i prodotti Amazon’s Choice e poi la parte superiore dei risultati di ricerca.

Un prodotto per rientrare tra gli ”scelti da Amazon” deve rispettare alcuni criteri: valutazioni positive dei clienti, elevato volume di vendita, prezzo ragionevole, velocità di spedizione favorevole, bassi tassi di restituzione e feedback positivi del venditore.

I prodotti Amazon’s Choice sono sempre Prime, quindi venduti da Amazon o venduti da venditori terzi che utilizzano la logistica di Amazon.

Per un venditore piazzare oggi i propri prodotti negli scelti da Amazon significa rientrare con più probabilità nei prodotti cercati da Smart Speaker e Smart Display e, quindi entrare in un mercato in forte espansione.

smartspeakerdatistats-1608551754.jpeg

Il 2021 sarà sicuramente l’anno del cosiddetto Social Shopping, il metodo di vendita del futuro.

I maggiori Social Network si stanno attrezzando per iniziare a diventare anche piattaforme di vendita.

Se fino ad oggi i Social sono stati molto utili ai Business e sempre più votati alla pubblicità (vedi Facebook), nel futuro saranno anche luoghi di compravendita. In pratica i Social non faranno solo conoscere i brand, non metteranno solo in contatto la domanda e l’offerta, ma faranno anche da marketplace per gli ecommerce.

Infatti Facebook sta implementando sempre di più la funzione Marketplace, che, se fino ad oggi è stata pensata per i privati, con Facebook Shops nell’immediato futuro sarà sempre più dedicata a venditori professionali. È uno degli strumenti per il marketing e la vendita che verranno messi in campo da Facebook for Business.

facebook-shops-e-instagram-shops-45-1608551809.jpg

Instagram conta 500 milioni di utenti giornalieri e uno studio della società di consulenza strategica Bain & Co ha scoperto che il 33% degli utenti preferisce contattare i marchi sul Social media anziché effettuare una telefonata.

Sarà questo uno dei motivi che ha portato alla nascita di Instagram Shop, che è già la novità del 2020.

Il nuovo aggiornamento rilasciato da Instagram ha rivoluzionato la home. Appena accendiamo l’app troviamo in basso i tasti Reel (al centro) e Shop (a destra).

Il Social vuole mettere in risalto, con questa novità, sempre di più i contenuti dei creators e gli strumenti di vendita per il business.

Facebook, Instagram e anche TikTok stanno pensando di integrare anche i checkout in app, così si potrà acquistare in maniera diretta e senza troppi passaggi.

Instagram ha già integrato nella sua versione beta la possibilità di inserire i pulsanti di acquisto sui Reel e i video IGTV.

Le aziende potranno finanche vendere senza avere un sito di ecommerce.

I Reels, video brevi e veloci per incentivare i content creators, e Instagram Shop, per la vendita, saranno le due rivoluzioni che inseriranno la seconda App di Zuckerberg tra i diretti concorrenti di TikTok e Amazon?

Solo il tempo ce lo dirà, ma è certo che se sei un business non puoi perdere questo treno.

instagram-shopping-1608551836.jpg

Non dobbiamo dimenticarci però una delle “big” ultime arrivate in casa Facebook, WhatsApp, acquistata nel 2014.

Anche l’App di messaggistica istantanea che ha rivoluzionato il mondo dei messaggi, soppiantando gli antichi SMS, ha deciso di puntare sugli strumenti di vendita.

Da Gennaio 2018 infatti è possibile scaricare WhatsApp Business, dedicata ai profili professionali.

Tra i vantaggi di questa app c’è la possibilità di personalizzazione del profilo, sia per i negozi fisici, sia per gli ecommerce.

Si possono inserire gli orari di apertura, l’indirizzo fisico, una descrizione dell’attività, l’email e il sito web. Inoltre WhatsApp Business dà la possibilità di creare risposte rapide e automazioni alla chat. In questo modo si potrà rispondere velocemente alle domande più comuni dei clienti o inviare un messaggio “di cortesia” quando non si potrà rispondere.

Ma la vera funzione interessante per gli ecommerce è quella di poter inserire i propri prodotti con titolo, descrizione, foto e link collegato al proprio sito di ecommerce.

whatsapp-business1-1608551894.jpg

WeChat ha già inserito la possibilità di completare l’acquisto in app e WhatsApp la sta seguendo in questa decisione.

Prossimamente si potrà vendere e comprare sull’App di messaggistica istantanea più grande al mondo.

Vuoi essere proprio tu a non approfittarne?

UBU Lab ® è un marchio ideato da 2M Group di El Jihad & C. S.a.s. - All Rights Reserved. |   P. Iva 05880730659

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder